Scandalosamente Champions

lunedì 20 maggio 2013

Esiste una classifica reale, quella numerica che leggiamo a fine campionato e una virtuale, quella che rispecchia i valori sportivi espressi in campo.
In quella reale il Milan è terzo, in quella virtuale è la Fiorentina  ad essere terza e a conquistare il diritto alla partecipazione alla Champions.
Non è solo quello che è successo ieri a Siena a fare indignare, ma tutta la gestione delle ultime partite di campionato.
Il Milan effettivamente aveva iniziato una bella rimonta, tanto che sembrava destinata addirittura al secondo posto o almeno così erano convinti i suoi giocatori più rappresentativi, poi un improvviso calo di forma e la contemporanea ascesa dei Viola ha messo in discussione anche il terzo posto.
Sembrava di assistere alla scena del maratoneta Dorando Petri che esausto viene sorretto dagli arbitri e portato di peso a tagliare il traguardo, così è accaduto al Milan.
E' accaduto col Catania, l'arbitro che non vede un fallaccio di Boateng su Gomez e i rossoneri si involano per segnare il gol del vantaggio, è successo con l'Udinese, è successo ieri a Siena, quando in estrema difficoltà gli viene assegnato un rigore non troppo limpido.
E' successo che in Fiorentina Roma, l'arbitro Mazzoleni , sì proprio lui quello di Pechino, non vede un fallo di mano "gigantesco" di De Rossi.
Coincidenze?
Chiamiamole così, solo che queste coincidenze vanno avanti da troppi anni.
Auguriamoci che Eupalla sia più giusta e che cambi il suo tifo, il rossonero e il bianconero non sono più di moda.

3 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright 2010-2011 Calcio FlashNews All Rights Reserved.
Template Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.